martedì 31 marzo 2015

Recensione: "Gens Arcana" Cecilia Randall

TRAMA
Firenze, 1478.
Valiano de’ Nieri discende da una delle più antiche e autorevoli famiglie di Arcani, uomini e donne dotati della facoltà di invocare la quinta essentia, il quinto elemento della natura, capace di combinarsi con gli altri quattro – aria, acqua, terra e fuoco – e di controllarne la forza.
In pochi al mondo conoscono l’esistenza di tali dinastie millenarie. La Chiesa e i governi secolari la tengono nascosta persino alle loro gerarchie inferiori e si servono degli Arcani, ricambiandone i servigi con onori e ricchezze mentre ne sorvegliano attentamente l’operato. Il potere arcano è immenso, si tramanda attraverso il lignaggio del sangue e può sovvertire l’ordine del mondo: per questo la stessa Inquisizione ne protegge il segreto nel più spietato dei modi.
Valiano era nato per essere un capo tra gli Arcani, ma ha rifiutato il suo dono e la primogenitura, ha lasciato tutto per inseguire il sogno di una vita normale, lavorando come apprendista liutaio. Quando però suo padre Bonconte muore in circostanze misteriose e l’amato fratello Angelo viene preso in ostaggio da chi invece avrebbe dovuto proteggerlo, Valiano non può più sottrarsi al suo destino.
Il cugino Folco de’ Nieri sta scalando il potere all’interno della famiglia e, pur di realizzare la sua ambizione e liberarsi di qualunque controllo, è pronto a sfruttare una conoscenza proibita e potenzialmente devastante. Folco ha inoltre alleati temibili: creature possenti, nel cui corpo ricoperto da sinistri segni di morte convivono, imprigionati, un’anima umana e un elementale della natura.
Solo Valiano può fermarlo, ma per riuscirci dovrà fare appello a tutto il suo coraggio, riscoprire uno a uno poteri e segreti rifiutati per anni, fronteggiare nemici e amici indimenticabili: dal mercenario Manente da Erto alla scaltra Selvaggia, dall’inquisitore Corso da Viterbo a mastro Johannes, che tra i primi si cimenta nell’arte della stampa…

LA MIA OPINIONE
Ammetto che non avevo nessuna aspettativa particolare nei confronti di questo libro, ok ne avevo sentito parlare bene, ma in realtà non conoscevo quest’autrice e non avevo mai letto nulla scritto da lei, mi sono buttata un po’ alla cieca, al mia solito modo, senza nemmeno leggere la quarta di copertina, semplicemente un grazie a Denise del blog Reading is Believing, senza la sua Amazing Reading Challenge chissà se e quando mi sarei decisa ad affrontare questo libro!
Le vicende sono ambientate a Firenze nel 1478, raccontate in terza persona (il punto di vista é principalmente quello di Valiano, il protagonista della storia, ma si sposta anche sugli altri personaggi, compreso il cattivo della situazione).
Valiano de Nieri è il primogenito di una famiglia antichissima e potente, caratterizzata dall’essere depositaria del potere dell’essentia (il quinto elemento), protetta dalla Chiesa. Ma Valiano ha voltato le spalle sia ai suoi privilegi sia ai suoi doveri, abbandonando la famiglia, il suo ruolo e la sua eredità in favore di una vita “normale”.
Il libro ha inizio con la fuga di Valiano da ignoti inseguitori che cercano di catturarlo, vivo o morto. Perché? Perché Valiano, anche se ha rifiutato tutti gli insegnamenti del padre e non è assolutamente in grado di controllare il potere arcano che ha ereditato, per il sangue che gli scorre nelle vene, è comunque ancora il capofamiglia dei Nieri e per questo è depositario del vinculum aetheris che consente solo a lui l’accesso alla Domus, il luogo segreto in cui sono custoditi i tesori delle grandi famiglie della progenie aetheris.
Qui entra in gioco il cattivo, il cugino Folco! Folco ha già ucciso il padre di Valiano e imprigionato il suo fratellino minore, Angelo, uno dei più grandi arcani mai esistiti, e ora vuole Valiano per ottenere l’accesso alla Domus, ucciderlo insieme ad Angelo e diventare l’unico ed il solo capofamiglia: avere accesso ai tesori ed al potere assoluto di controllare gli elementi.
Sulle sue tracce non ci sono solo gli scagnozzi di Folco, ma anche uno dei migliori mercenari al suo
servizio, Manente da Erto…Manente è un simulacrum elementi, cioè una creatura ibrida, nata dall’unione forzata tra un essere umano e un elementale, nel suo caso un elementare della Terra. Questa simbiosi se da un lato conferisce poteri straordinari, dall’altro danneggia progressivamente il corpo umano, destinato a morire insieme all’elementale che lo occupa.
C’è solo un modo per Manente di separarsi dal suo elementale: recuperare il suo cuore di pietra che è contenuto proprio nella domus dei Nieri.
Ed è per questo che Manente, trovato Valiano, decide di tradire Folco e stringere un patto con il giovane: lo accompagnerà a liberare il fratello Angelo e insieme apriranno la Domus per permettere a Manente di recuperare il cuore di pietra.
Non voglio svelare altro per non rovinare a nessuno il piacere di scoprire dove porterà tutto questo, infatti è proprio da questo punto in poi che la storia si infittisce e diventa più coinvolgente, soprattutto grazie all’incontro dei due protagonisti con Selvaggia, la giovane ladra incontrata a Firenze ed inizialmente scambiata per un ragazzino, che riesce a conquistarli con la sua forza d’animo, la sua testardaggine, ma anche con la sua astuzia ed il suo buon cuore; e poi con Angelo, il fratellino di Valiano, gentile e responsabile.

Ho trovato l'inizio del libro un po’ lento, probabilmente non ha aiutato la mia generale insofferenza di questo mese! Diciamo che ero poco ispirata, ho letto pochissimo in generale e devo ammettere che la partenza di questo romanzo non mi ha aiutata a sbloccarmi, i rapporti tra personaggi troppo freddi, la descrizione di vicende ed ambientazione fin troppo dettagliata… ma nella seconda parte si riprende…e alla grande! Con tanta azione, pathos, avventura, mistero e colpi di scena. C’è il giusto mix di fatti realmente accaduti e personaggi realmente esistiti con eventi di pura fantasia.
Tutti i personaggi sono convincenti, con tutti i loro pregi, ma soprattutto le loro debolezze, e citando le debolezze, beh come non soffermarsi su Valiano, che con le sue insicurezze, la sua testardaggine nel volersi distaccare dalla sua eredità, a volte, risulta quasi irritante, ma alla fine mi sono affezionata alla fine la sua "umanità" è quello che me lo ha fatto apprezzare. Tutto il contrario del temerario, coraggioso, forte, arguto Manente..e aggiungerei "figo" :) ...il classico bel tenebroso, che a me piace tanto! 
E da sfondo a tutto questo Firenze, descritta in maniera magistrale, sembra quasi di essere catapultati tra i vicoli, le strade, le chiese e i monumenti della città, perfettamente calata nell'atmosfera rinascimentale ricostruita dalla Randall nei minimi particolari.
Sicuramente un libro che consiglio, riunisce storia, avventura, fantasy, amicizia ed un briciolo di romanticismo (che non guasta mai!).
Il mio voto: ★ ★ ★ ★ ☆

lunedì 30 marzo 2015

Chi ben comincia #11_2015: "Il profumo delle fogli di limone" Clara Sànchez

Create your own banner at mybannermaker.com!
Rubrica a cadenza settimanale ideata da Alessia del blog Il profumo dei libri.
Regole:
Prendete un libro qualsiasi contenuto nella vostra libreria.
Copiate le prime righe del libro (possono essere 10, 15, 20 righe).                
Scrivete titolo e autore per chi fosse interessato.
Aspettate i commenti.

Uff...ci siamo di nuovo, un altro lunedì, ci tocca!
Però la primavera è sempre più nell'aria...mi rende più ottimista, nonostante tutto l'umore ne risente in maniera positiva, il sole ed il bel tempo mi fanno affrontare la routine con il sorriso, nella speranza che la giornata non me lo spenga! ^-^
Nei giardini cominciano a vedersi vasi in fiore...la città è più colorata, già dal titolo questo libro mi ricorda le sensazioni della natura che rinasce ad una nuova stagione, la voglia di passeggiare, di sedersi in cucina a chiacchierare e cucinare...
"Il profumo delle foglie di limone" di Clara Sànchez...ed ecco qui l'incipit del libro!
Juliàn
Sapevo cosa stava pensando mia figlia mentre mi guardava preparare la valigia con i suoi occhi scuri penetranti e un po' impauriti. Erano come quelli di sua madre, mentre le labbra sottili le aveva prese da me,anche se con il passare degli anni, facendosi più rotonda, aveva finito per somigliare sempre di più a lei. Se la paragonavo alle foto di Raquel a cinquant'anni erano proprio due gocce d'acqua. Mia figlia pensava che fossi un vecchio pazzo e senza speranza, ossessionato da un passato che ormai non importava più a nessuno ma del quale non riuscivo a dimenticare neppure un giorno, un dettaglio, una faccia o un nome, anche se si trattava di un nome tedesco lungo e difficile, mentre spesso dovevo sforzarmi per ricordare il titolo di un film visto da poco.
E per quanto tentassi di sorridere non potevo evitare che stesse in pena, visto che oltre ad essere vecchio e matto avevo anche un'arteria ostruita. Nonostante il cardiologo per non spaventarmi mi avesse detto che il sangue avrebbe cercato un percorso alternativo per evitare quell'arteria ormai inutile, non mi illudevo di poter ritornare. Così diedi a mia figlia quello che per me era l'ultimo bacio , cercando però di fare in modo che lei non se ne rendesse conto. Prima o poi mi avrebbe comunque visto per l'ultima volta, e preferivo che fosse da vivo, mentre preparavo la valigia.

mercoledì 25 marzo 2015

Anteprima: "Amami o lasciami" di Claudia Carroll

Ciao ragazze,
si avvicina il periodo dei matrimoni...io ho già ricevuto il primo invito dell'anno, AIUTO! Non so cosa mettermi! O.o
Beh...quale periodo migliore quindi per fare uscire questo romanzo, divertente, emozionante e...tanto tanto romantico? 
Benvenuti all’Hope Street Hotel:
dove entri sposato ed esci single.
Dal 31 marzo in libreria
Titolo: Amami o lasciami
Il giorno del matrimonio non dovrebbe essere il più felice per qualsiasi coppia? Ebbene per Chloe Townsend non è stato proprio così, abbandonata proprio sull'altare. Ecco perché decide di iniziare a gestire l’Hope Street Hotel, location perfetta per le coppie che vogliono divorziare. Però chissà… forse conoscere la loro storia così da vicino farà scaturire in lei nuove emozioni, sentimenti inattesi e la voglia di ricominciare.
Perché sì, tutte noi vogliamo il lieto fine. E lo avremo.

“Una storia d’amore anticonvenzionale, carica di humor ed emozioni. 
L’ho adorata e sono sicura che per i lettori sarà lo stesso.”
Melissa Hill, autrice di Un Regalo da Tiffany

Sono passati due anni da quando Chloe Townsend è stata abbandonata sull’altare, ma dopo un periodo  grigio il destino sembra finalmente sorriderle: l’affascinante Rob McFyden, ricchissimo proprietario di una nota catena alberghiera, l’ha scelta per gestire un nuovo hotel super glamour a Dublino. L’Hope Street Hotel è un albergo sperimentale per coppie che vogliono divorziare pensato per rendere la separazione veloce e indolore. La storia di Chloe si intreccia con quella di tre coppie ospiti dell’hotel e tra grandi sorprese, ricordi e rivelazioni presto sarà chiaro a tutti che certi addii sono, in realtà, nuovi, eccitanti inizi. 
L'AUTRICE: CLAUDIA CARROLL
Nome ai vertici del Sunday Times Bestsellers, con oltre 700.000 copie vendute, Claudia Caroll è nata a Dublino, dove tutt’ora vive e si dedica alla scrittura a tempo pieno definendola “il più bel lavoro del mondo”. In Italia sono stati pubblicati da Mondadori due suoi romanzi: Ricordami, perché ho bisogno di un uomo? e Tanto lui non mi piaceva nemmeno.

martedì 24 marzo 2015

Segnalazione: "Testimone un cane e altri racconti" di Bonifacio Vincenzi

Buonasera a tutti! Serata sotto la pioggia....giusta giusta per un bel racconto!
Vi voglio infatti segnalare questo libro, una raccolta di racconti brevi, di Bonifacio Vincenzi.
Personalmente, per il momento, ho letto solo il primo, quello che dà il titolo al libro, "Testimone un cane". E posso "testimoniare" che, se è vero che il buongiorno si vede dal mattino, beh questo libro promette bene.
È scritto bene, in maniera davvero poetica, nonostante la delicatezza e la difficoltà dell'argomento trattato. Ed in questo primo racconto si parla di un argomento davvero difficile da trattare, di violenza sulle donne, ma anche della difficoltà a vivere l'amore e soprattutto la fine di un amore in modo sano.
E l'argomento è trattato con sensibilità, l'orrore quotidiano, che viviamo ogni giorno solo accendendo la tv e guardando il telegiornale, visto non dalla parte della vittima, ma da parte del sospettato.
Degli altri racconti non vi posso dire ancora nulla, se vi ho incuriosito andate avanti a leggere ^_^

TESTIMONE UN CANE E ALTRI RACCONTI: amore malato, amore vissuto intensamente, ma anche paure, tradimenti e stranezze che invadono vite inquiete e solitarie. Nuovo e-book per Panesi Edizioni.
È  disponibile in tutte le librerie online TESTIMONE UN CANE E ALTRI RACCONTI, una raccolta di nove brevi opere di Bonifacio Vincenzi, scrittore già noto ai lettori di Panesi Edizioni.
Dopo il successo dei primi due e-book Shakira – Uno sguardo dal cuore e L’apprendista Babbo Natale, Vincenzi affronta il mondo dei sentimenti e delle loro mille sfaccettature.
Temi importanti quelli trattati in questi racconti: “L’amore, amore malato ma anche amore vissuto intensamente, anche con paura, anche con dolore, ma capace di dischiudere un’esistenza completamente nuova. Poi c’è l’affascinante tema del doppio e poi – racconta Vincenzi – paure, tradimenti, stranezze che invadono vite inquiete e solitarie”.
Sul romanzo breve Testimone un cane che dà il titolo all’opera ci svela: “Nel 2014 nel nostro paese c’è stata una donna uccisa ogni tre giorni. A commettere queste efferatezze non è mai un assassino seriale, ma il fidanzato, il marito, il convivente della vittima. Ed è proprio l’amore malato la causa della scomparsa di Angela. Almeno così pensano gli inquirenti e sono anche convinti che la donna sia stata uccisa. Non ci sono però testimoni né prove certe per risolvere il caso. Quello che gli inquirenti ignorano, però, è che la vittima e l’assassino non erano soli. C’era un testimone con loro, un testimone che ha visto tutto: il cane di Angela. Un testimone completamente inutile all’accusa. Nessun tribunale ne avrebbe mai tenuto conto. Nessun tribunale, ma non l’assassino!”

lunedì 23 marzo 2015

Anteprima: "Il profumo delle mele rosse" di Susan Wiggs

Buonasera readers!
Sono qui...a questa tarda ora...tenuto conto che la mia sveglia del mattino è alle 05:50! Beh, per parlarvi di un romanzo dolce ed appassionante, che parla di famiglia, di ricordi e..perchè no..di amore! Già la copertina da' l'idea del ritorno a casa...vero?
Tess Delaney scova vecchi tesori, oggetti antichi, ridonando loro nuova vita: un lavoro che la porta a valorizzare i ricordi degli altri, proprio lei che, senza padre e con una madre assente, un passato vero non l’ha mai avuto. La sua vita ha una svolta quando d’improvviso eredita la metà di un frutteto da un nonno mai conosciuto e si ritrova con una sorellastra che non sapeva di avere. Inizia così per lei un viaggio che la porta ad assaporare le gioie della famiglia e a scoprire il passato in cui affondano le sue radici. La vita procede a un ritmo nuovo, che lascia spazio a tutto ciò che è bellezza, amore compreso. Forse anche per lei è giunto il momento di avere dei ricordi degni di questo nome...
“Un appassionante ed emozionante dramma familiare scritto da un talento straordinario della narrativa femminile.”
RT Book Reviews
“Susan Wiggs? Meravigliosa. Uno stile che ti coinvolge pagina dopo pagina.” Publishers Weekly

INIZIATIVA SPECIALE
IL VOSTRO RICORDO PIÚ BELLO!
Vi siete calate nella suggestiva atmosfera del frutteto dipinto da Susan Wiggs? Dal 23 al 31 marzo collegatevi alla pagina Facebook di Harlequin Mondadori, cercate il post dedicato all’iniziativa speciale in cui vi verrà chiesto di raccontare il vostro ricordo d’infanzia più bello.
Una di voi potrà ricevere una copia omaggio del romanzo Il profumo delle mele rosse! 

L'AUTRICE
Autrice di fama internazionale, Susan Wiggs ha vinto numerosi premi letterari, tra i quali tre volte il RITA Award peril miglior romanzo dell’anno. I suoi romanzi, spesso ai primi posti delle classifiche di Usa Today e del New York Times, sono stati tradotti in più di 12 lingue.

sabato 21 marzo 2015

Blogger League #13 - LIBER ARCANUS

Cos'è la Blogger League?
Un'iniziativa alla quale può iscriversi chiunque possiede un blog, basta lasciare il proprio link qui ed aggiungere il banner nelle vostre home-page. Ogni sabato i membri della League dovranno creare un post nel quale inserire la breve intervista a cui risponderà la blogger di turno, in modo tale da avere tutte la stessa visibilità. E' giusto collaborare tra di noi, per far crescere i nostri blog.
Per dare e ricevere maggior visibilità nell'arco dei sette giorni, si deve inserire nella home un link o il banner del blog della settimana, sarà premura della blogger della settimana controllare che ciò sia fatto. I partecipanti possono creare sui loro blog un post per pubblicizzare l'iniziativa, ci guadagniamo tutti.
In corso d'opera chiunque potrà iscriversi alla "Blogger League".
Per maggiori informazioni potete andare qui


Buongiorno gente! e buon sabato! ...che bello è sabato...niente lavoro, niente sveglia delle 5:50 del mattino, niente treno...solo relax, blog, amici, ammmore...amo il sabato...dovrebbero essercene di più durante la settimana, almeno due! Voto per due sabati alla settimana..si si, che ne so, eliminiamo il lunedì per esempio! :D ok sto delirando...quindi lasciamo spazio alla Blogger League della settimana, che è meglio!


Questa settimana è il turno del blog Liber Arcanus, è troppo carino l'header di questo blog!
Comunque ecco qui le sue risposte!
Liber Arcanus
Oltre ad essere una blogger chi sei nella vita di tutti i giorni?
Ancora per poco - spero - sarò una studentessa di architettura (poi ci saranno brutti esami di stato da affrontare per diventare architetto vero e proprio!), ma detta tra noi mi sento qualunque cosa faccia una sognatrice alquanto disorganizzata! Penso, progetto, metto a punto mille idee, in qualsiasi momento della giornata che poi puntualmente non riesco a concretizzare causa altre idee ;) 
Come mai hai deciso di ritagliarti il tuo angolo virtuale? Parlaci del tuo rifugio, quali sono gli argomenti che tratti?
Era una delle sopracitate mille idee nata dopo un periodo di primi e stessentissimi esami universitari. Avevo bisogno di ritagliami in qualche modo il mio spazio personale - dove tiranneggiare per imporre le mie letture ovviamente u.u - e grazie a Lady Lannister… pardon, grazie a Lady Ekathle, una tisana alla menta e il suo divano eccomi qui quattro anni, esatti, dopo! (Si è il comple-blog, beh, del blog ^_^)
L'idea iniziale era di parlare per lo più di fantasy, come si evince vagamente dal titolo spero XD, ma poi ho finito per parlare di ogni libro, serie e autore che attirasse la mia attenzione!
Perché le persone dovrebbero diventare tuoi lettori fissi?
Non voglio obbligare nessuno a diventare lettore fisso, credo debba venire da chi legge la voglia unirsi al blog per restare aggiornato sulle farneticazioni… ehm… profonde recensioni u.u
Ma se ovviamente qualcuno si sente ispirato non farà che rendermi stra orgogliosa del mio piccolo angolino e sarò incentivata a fare di meglio per i miei lettori ^_^
In ogni caso un commentino anonimo qua e la fa altrettanto bene alla stima ;D
Quali sono i tuoi sogni nel cassetto?
Immagino che come accada un po' a tutti amerei lavorare in qualche libreria o biblioteca, per quanto abbia scelto una carriera parecchio diversa molto molti anni fa, e perché no, riuscire a tirar fuori dal cassetto IL romanzo, quello con cui ho iniziato a scrivere e che sta lì in attesa di essere ripreso in mano e di avere la sua conclusione!
Ma penso mi limiterò a sognare un'appartamentino tutto mio, con legno scuro, mobili bianchi e la mia immancabile coperta a treccione rossa! :3
Vuoi fare un augurio speciale agli altri membri della League?
Non lasciate mai che i problemi - con altri blogger, con le case editrici, con amici, parenti e chi più ne più ne metta - rovini la gioia che provate quando scrivere sul vostro blog!


giovedì 19 marzo 2015

Recensione: "Una grande e terribile bellezza" di Libba Bray

TRAMA
Titolo: Una grande e terribile bellezza (Gemma Doyle trilogy #1)
Autrice: Libba Bray
Casa Editrice: LIT
Pagine: 378
Fine Ottocento. Rimasta orfana di madre e trascurata da un padre schiavo del laudano, la sedicenne Gemma Doyle lascia Bombay, dove ha trascorso l'intera infanzia, per un severo e cupo collegio femminile appena fuori Londra, la Spence Academy. Qui, dopo molti tentativi, riesce a entrare nell'esclusivo gruppo formato dalla potente Felicity, la vezzosa Pippi e l'imbranata Ann. Dopo il primo periodo di permanenza, costellato di noiose lezioni, assurde dimostrazioni di maschilismo del corpo insegnante, rigida disciplina e, soprattutto, oscure visioni (nonché dalla presenza di Kartik, un giovane misterioso e seducente che l'ha seguita fin dall'India e l'avvisa di non dar retta ai sogni che la funestano), Gemma scopre un diario segreto che le svela l'esistenza dell'Ordine, una congrega di sole donne dedite alla magia e alla scoperta di universi paralleli dove tutto è possibile e della quale forse faceva parte la stessa madre. Assieme alle amiche, e nonostante la ferma opposizione di Kartik e di altri a lui vicini, la ragazza è intenzionata a saperne di più, a ribellarsi alle regole che la vorrebbero prima studentessa modello e poi moglie devota e madre premurosa, a raggiungere la grotta nascosta dove l'attende un destino sorprendente e dove alcuni pressanti interrogativi troveranno finalmente un chiarimento...

LA MIA RECENSIONE
Ho letto questo libro per la Lega dei Lettori organizzata da Alessia del blog Il Profumo dei Libri...altrimenti non so se mi sarebbe mai capitato questo libro tra le mani...e sinceramente non sarebbe stata poi una grande perdita!
Già da subito ho faticato un po' a digerire la storia, non riuscivo a farmi coinvolgere...tant'è che nel mezzo, per distrarmi, ci ho infilato la lettura di Raven Boys!
Ma andiamo con ordine: la storia comincia in India, Gemma e sua madre stanno avendo una discussione nel bel mezzo del mercato, lei vorrebbe andare a studiare a Londra, vorrebbe diventare una vera dama, frequentare la buona società, ma sua madre non la vuole accontentare...lei fugge ed improvvisamente ha una visione, vede sua madre che, aggredita da una terrificante ombra minacciosa, si toglie la vita.
A questo punto il racconto si trasferisce proprio a Londra, dove Gemma, ormai sotto la custodia della nonna e del fratello, viene appunto mandata in un prestigioso collegio per essere istruita e diventare una vera signora a debuttare in società e trovare un marito...
Benvenuta alla scuola preparatoria. Gemma. Imparerai a ricamare, servire il tè, fare la riverenza. Oh, a proposito, è possibile che di notte tu venga distrutta da una sinistra creatura alata del tetto.
Innanzitutto, da questo punto in avanti, escludendo la parte "paranormale", il romanzo mi è sembrato vagamente somigliante a tanti altri...tipo Mona Lisa Smile, avete presente? Tante fanciulle obbligate ad imparare a diventare delle buone mogli obbedienti e niente di più...e tra di loro quelle che non ci stanno, ispirate dalla solita insegnante convenzionale. Decisamente banale.
Così come banale è anche la parte "paranormale": visioni, porte luminose, mondi paralleli fantastici, magia, ombre minacciose e spiriti amici.
«Un mondo tra i mondi. Un luogo ove tutto è possibile». La mamma mi si siede accanto e soffia su un dente di leone, spargendo nell'aria una miriade di batuffoli bianchi«È dove le donne dell'Ordine venivano per riflettere, per ritemprare la propria magia e loro stesse, per attraversare il fuoco e rinascere. Tutti vengono qui di tanto in tanto...nei sogni, o quando nascono le idee». Fa una pausa. «Nella morte».
E non volete metterci anche un ragazzo misterioso che segue la protagonista nell'ombra per poterla proteggere? Mah!
Senza indugiare oltre, bacio Kartik. Le sue labbra, premute contro le mie, sono una sorpresa. Sono calde, leggere come un sospiro, morbide come una pesca sulla mia bocca. L'ari è pervasa da un odore di cannella bruciata, ma non sto piombando in una visione, è il suo odore dentro di me. Un odore che mi rende molli le ginocchia, un odore che scaccia via ogni pensiero dalla mia mente e lo sostituisce con un appetito insaziabile.
Per concludere...le ragazze protagoniste del libro: non c'è stato verso di farmele piacere, una più antipatica dell'altra; Gemma, la protagonista, che, ovviamente, non sta ad ascoltare i consigli della madre tornata sotto forma di spirito/visione per consigliarla e, ovviamente, si fa trascinare da quelle insulse delle sue amiche. Felicity, la giovane affascinante e ribelle, che vuole per se il potere e non fa altro che comandare a bacchetta le altre. Pippi, la bella e viziata, che non si fa scrupolo di usare le persone per ottenere i favori di Felicity. Ann, l'orfana timida, bruttina e reietta per la sua povertà, nonchè priva di una qualunque personalità! 

Insomma, direi che si è capito! Non posso dire che questo libro mi sia piaciuto...anche se un po' a rilento, soprattutto all'inizio, sono riuscita a leggerlo tutto e ammetto che da un certo punto in poi, nonostante la banalità, è diventato più scorrevole e leggermente più interessante. Ma decisamente non leggerò i capitoli successivi della saga...mi è bastato il primo.

Quindi il mio voto: ★ ★ ½

mercoledì 18 marzo 2015

W... W... W... Wednesday #9_2015

Create your own banner at mybannermaker.com!
W... W... W... Wednesday, rubrica ideata dal blog Should be reading a cui potete partecipare tutti rispondendo a queste 3 semplici domande:
What did you recently finish reading? Qual è il libro che hai appena finito?
What are you currently reading? Cosa stai leggendo?
What do you think you'll read next? Quale sarà la tua prossima lettura?

Di seguito le mie risposte!
What did you recently finish reading? Qual è il libro che hai appena finito?
Questi gli ultimi due libri letti, il primo, Raven Boys, mi è piaciuto molto *-* WOW ci si può solo innamorare dei ragazzi corvi...e della scrittura della Stifvater, piena di poesia ♥ ...qui la mia recensione.
Del secondo libro che dire...innanzitutto che l'ho letto per la Lega dei Lettori (organizzata dal blog Il Profumo dei Libri) e poi che l'ho trovato abbastanza banale e poco coinvolgente, ho faticato un po' per superare le prima metà...decisamente non penso proprio che leggere il seguito della serie! Prestissimo la mia recensione D.
What are you currently reading? Cosa stai leggendo?
L'ho iniziato stamattina, ne ho letto solo il prologo...e già mi ha catturata! Spero che il seguito sia all'altezza di quello che sembra!
What do you think you'll read next? Quale sarà la tua prossima lettura?
Devo assolutamente andare avanti e capire cosa capiterà ai ragazzi e Blue! ^_^ Quindi questa è l'unica scelta possibile J.

lunedì 16 marzo 2015

Liebster Awards 2015

Buonasera amici blogger e amici lettori :)
Che bello…sono stra felice di essere stata premiata! E per questo voglio ringraziare di cuore Jessica di Loving Books per la nomination, grazie grazie grazie, che bella sorpresa :D !
Che cos'è "Liebster Award 2015"?
E' un premio che viene conferito ai blogger al semplice scopo di farli conoscere in rete. I blog nominati avranno a loro volta il compito di conferire il premio ad altri blog, e così via. In questo modo ci sarà la possibilità di conoscere, magari, qualche angolino ancora inesplorato, o qualche blog nato da poco.

Le regole
1. Ringraziare il blog che ti ha nominato.
2. Rispondere alle 10 domande.
3. Nominare altri 10 blog.
4. Porre 10 domande.
5. Comunicare la nomina ai 10 blog scelti.

Ed ecco qui le mie risposte alle domande di Jessica!
1. Il nome del vostro blog ha un significato particolare?

Diciamo che si adatta alla mia condizione di lettrice in questo periodo della mia vita…periodo lungo tra l’altro. Mi spiego meglio, io ho sempre letto da piccola mi perdevo nelle pagine dei libri per ragazzi…e non ho mai smesso di sognare tra le pagine dei libri…il problema è che crescendo la vita prende il sopravvento, il lavoro, la casa, la famiglia…e nella mia vita si aggiunge pure il fatto che sono una pendolare, per andare al lavoro e tornare a casa passo almeno 3 ore al giorno in treno! Beh l’unica cosa positiva di questa situazione è che ho un sacco di tempo per leggere, e visto che ormai è una cosa che faccio solo mentre viaggio…il nome è venuto da sé :)
2. Qual è il vostro genere preferito?

Premesso che leggo quasi tutti i generi…quelli che preferisco sono Romance, New Adult, Fantasy, Paranormal Romance, Distopici, Young Adult, New Adult, Thriller, History Fiction...e tutto quello che mi ispira!
3. Leggete un libro per le recensioni positive oppure non vi fate assecondare dal giudizio altrui?
A volte mi capita di desiderare di leggere un libro dopo aver letto le recensioni di altre blogger...ma non penso di farmi influenzare nel dare poi una mia opinione personale. E questo non vuol dire che invece non mi capiti di leggere libri che non hanno avuto buone recensioni!
4. Leggete libri autopubblicati?
Capita raramente.
5. Preferite il cartaceo o l'e-book?
Per comodità preferisco gli e-book...grazie al mio e-reader mi posso portare dietro ogni giorno decine di libri...peso quasi nullo, non potrei chiedere di più...però non è la stessa cosa delle pagine stampate, avere tra le mani il libro che hai desiderato, sfogliarlo, annusarlo...è tutta un'altra sensazione. Che però riservo ai libri che amo di più...quelli finiscono in libreria ;) 
6. Libri autoconclusivi o serie?
Qui mi risolta un po' difficile rispondere, si perché le serie hanno un certo fascino ed ascendente su di me, non posso negarlo, la possibilità di non dire addio a dei personaggi quando mi ci affeziono mi piace...mi piace poterli rincontrare nel tempo, vederli crescere...però che pena a volte dover aspettare! Detto questo...aggiungo che quando un libro è un bel libro, beh mi piace anche se è autoconclusivo...
7. Seguite solo il vostro blog oppure vi piace anche frequentare gli altri?
Ci sono alcuni blog che seguo con una certa costanza...altri meno, mi piace curiosare e commentare, quando ho tempo...
8. Avete un autore/autrice preferita?
Dipende anche in questo caso dai periodi, a volte mi fisso con un autore/autrice e allora non ho pace finchè non ho letto tutto il leggibile...per poi stufarmi e passare ad altro. Però ce n'è uno che è una costante nella mia vita, ogni volta che esce un suo nuovo libro me lo aggiudico immediatamente...Stephen King, il Re del brivido!
9. Se un libro non vi piace lo abbandonate o lo finite ugualmente?
C'era un tempo in cui mi accanivo e se iniziavo un libro dovevo comunque finirlo...anche se proprio non mi andava giù..non ho completamente perso il "vizio",in linea di massima mi dispiace mollare un libro, però adesso non sono così fiscale, se proprio non mi piace non mi ostino più di tanto e lascio perdere.
10. Perchè dovrebbero seguire il vostro blog?
Non è una risposta facile, io ci metto amore e buona parte delle mie serate libere...è un modo per dare sfogo ad una passione e di condividerla con altre persone spero altrettanto appassionate di lettura. Vorrei parlare liberamente di ciò che mi piace e vorrei che le persone trovassero il mio blog un luogo accogliente in cui passare qualche minuto della propria giornata...

E con questo è tutto...
Nominare 10 blog:

Ed infine le mie domande:
1) Cosa ti ha spinto a diventare una book blogger?
2) Cosa ti piace dell'essere una book blogger? E cosa invece ti infastidisce?
3) Il libro più brutto che tu abbia mai letto?
4) C'è un libro che ti ha cambiato la vita e che consiglieresti?
5) Oltre a curare il blog cos'altro ti piace fare?
6) Se il tuo non fosse un blog dedicato ai libri...che blog sarebbe?
7) Qual'è il primo libro che hai letto?
8) Un libro che avresti voluto vivere in prima persona?
9) Quali sono in assoluto gli autori che preferisci?
10) Perchè i lettori dovrebbe seguire il tuo blog?

Quindi ora lascio la parola a voi gente! ^_^

domenica 15 marzo 2015

Recensione: "Raven boys" di Maggie Stiefvater

Titolo: The Raven Boys (The Raven Circle #1)
Autrice: Maggie Stiefvater
Casa Editrice: Rizzoli
Pagine: 460

TRAMA
Nata in una famiglia di chiaroveggenti, Blue Sargent, sedici anni, fin da piccola sa che con un bacio ucciderà il suo vero amore. Ora però a quanto pare il momento è prossimo: prova ne è la visione che Blue ha nella notte della vigilia di San Marco, quando gli spiriti dei futuri morti di Henrietta, una cittadina della Virginia, si mostrano alle veggenti Sargent: Blue vede lo spettro di Gansey e apprende che è proprio lui il suo vero amore, e quindi la persona che ucciderà. Fatalità vuole che Gansey di lì a poco si presenti alla porta delle Sargent per un consulto magico: da anni è sulle tracce di Glendower, mitico re gallese la cui salma è stata trafugata oltreoceano secoli prima e sepolta lungo la linea temporale che attraversa Henrietta. Blue decide di aiutare Gansey, e si ritrova coinvolta nella ricerca di questa sorta di Graal insieme agli altri Raven Boys, i problematici studenti della scuola che Gansey frequenta. Ma questo è solo l’inizio dell’avventura.

LA MIA OPINIONE
Quindi, questo libro. Questa autrice…è il secondo libro che leggo scritto da lei, il primo è stato La corsa delle onde, che ho amato…ed ora eccomi qui, dopo Raven boys, che dire?
Mi è piaciuto!
Mi ha preso fin da subito.

È un libro che ti cattura dalle prime parole, ti riempie di informazioni, fin dal primo capitolo:
Blue Sargent non ricordava più quante volte le avessero detto che avrebbe ucciso il suo vero amore.
Blue sta per uccidere il suo vero amore con un bacio.
Questo è l'anno in cui si innamorerà.
Blue vede per la prima volta lo spirito di un ragazzo, ci sono solo due spiegazioni al fatto che per la prima volta lei abbia avuto una visione: o quel ragazzo è il suo vero amore o lei l ucciderà.
Direi che Maggie ha fatto un ottimo lavoro nel catturare subito l’attenzione del lettore. Quindi abbiamo la stravagante Blue e la sua stravagante famiglia di sensitive…e poi ci sono i ragazzi corvo, i viziati ragazzi della prestigiosa Aglionby, la scuola privata di Henrietta, alla ricerca di qualcosa…qualcosa di magico, qualcosa di misterioso.

Ma più di tutto, il diario bramava. Bramava più di ciò che poteva contenere, più di quanto le parole potessero descrivere, più di ciò che i diagrammi potessero illustrare. Dalle sue pagine trapelava desiderio, in ogni linea irrequieta, in ogni disegno frenetico e in ogni definizione stampata in neretto. Aveva un che di doloroso e malinconico.
La prima parte del libro è caratterizzata dalla costruzione del mondo in cui l’autrice vuole farci immergere…questa è l’unica parte un po’ lenta, anzi non prorpio lenta, non è che non c'era nulla accada interessante, ma all'inizio tutto è un po’ confuso. Ci sono un sacco di informazioni, vengono alla luce tonnellate di personaggi con diverse personalità e diverse storie personali, quindi ho trovato leggermente difficile concentrarmi su ciascuno di loro e ricordare tutti i dettagli. Ma superate le prime pagine e la confusione iniziale, beh diventa solo un piacere.
In quel momento, con i ragazzi riuniti intorno al Catorcio, Gansey sentì che era tutto giusto. Come se Blue, e non la linea di prateria, fosse la tessera mancante di cui aveva avuto bisogno per tutti quegli anni, come se la ricerca di Glendower non fosse davvero iniziata fino a quando lei non ne era diventata parte. Era giusta come Ronan era giusto, come Adam era giusto, come Noah era giusto.
Dal momento in cui Blue si unisce ai ragazzi corvo, con la determinazione del gruppo ad aiutare Gansey nel risolvere il mistero, tutti i pezzi hanno iniziato a integrarsi perfettamente ed è allora che ho cominciato ad amare questa storia.
Blue riconobbe la strana felicità che deriva dall’amare qualcosa senza sapere perché, quella strana felicità che a volte è così grande da sconfinare nella tristezza. Era così che si sentiva lei, quando guardava le stelle.
Mi piace da matti il modo in cui, con la sua scrittura, la Stiefvater riesce a rendere l’atmosfera magica e misteriosa, riesce a rendere reale la magia che circonda Henrietta e i nostri amati personaggi.
Ho amato la ricerca delle linee di prateria e del re dormiente (Glendower); e mi sono piaciuti anche tutti i personaggi secondari e la loro parte nella storia.
E mi è piaciuto il piccolo lato romantico della storia - che non è assolutamente predominante nella storia, rimane sullo sfondo, ma che ci lascia con la trepidazione di saperne di più...di sperare che le cose non vadano nella maniera tragice che ci è stata preannunciata.
A Blue non sfuggì che la sua voce lievemente accentata era piacevole quanto il suo aspetto. Le ricordò i tramonti di Henrietta: altalene calde sulla veranda di casa, bicchieri di vetro colmi di tè freddo con ghiaccio, cicale più rumorose dei propri pensieri.

Il mio voto: ★ ★ ★ ★
Allora perché non 5 stelle?
Ho avuto un piccolo problema con lo stile di scrittura. Mi ha creato, all’inizio del romanzo, un po' di confusione: troppe informazione poco chiare e tutte subito.

In ogni modo, un grande libro, che mi è piaciuto molto. È pieno di magia e di intrighi e ti lascia con il desiderio di vedere cosa succederà, di leggere subito il seguito. Quindi, che dire, leggetelo, se ne avete la possibilità.

Anteprima: "La mia fuga più dolce" di Chelsea M. Cameron

Hey readers!
oggi ho una bella notizia per tutti quelli di voi che hanno amato "Il mio sbaglio preferito" di Chelsea M. Cameron, si perchè verrà pubblicato, il 17 marzo in e-book e il 31 marzo in versione cartacea, con il titolo "La mia fuga più dolce", il secondo capitolo proprio della serie Il mio sbaglio preferito. E vi posso confermare ufficialmente che la serie verrà conclusa anche in Italia!
Cosa ci riserva il secondo volume?
Di nuovo torneremo nell’università del Maine, stavolta in compagnia di Jos che viene trasferita forzatamente a casa e sotto la custodia della sorella maggiore dopo un’estate turbolenta fatta di droghe e feste.
La sorella maggiore è Renee, non so se ve la ricordate, era la coinquilina di Taylor e Hunter. Quindi rincontreremo tutti i ragazzi già conosciuti nel primo volume.
La difficile ragazza viene affidata all’occhio vigile di Dusty… ed è a questo punto che cominciano i guai! Jos e Dusty hanno entrambi un passato difficile, che li ha cambiati e nascondono dei segreti che li avvicinano più di quanto pensano.

Che ve ne pare, vi è piaciuto il primo volume? Avete voglia di leggere questo? Tra l'altro personalmente trovo la copertina della versione italiana molto più bella di quella originale, voi che ne dite?

Serie Il mio sbaglio Preferito
1. Il mio sbaglio preferito
2. La mia fuga più dolce
Autrice: Chelsea M. Cameron
Casa editrice: Harlequin Mondadori 
Genere: New adult
Jos Archer viveva in un mondo perfetto, fino alla notte in cui cambiò tutto. Ora, dopo nove mesi, ancora non è riuscita a rimettere insieme i pezzi della propria vita, e nemmeno il fatto di avere cambiato college, andando a vivere con la sorella maggiore Renee, è sufficiente a farla sentire di nuovo normale.
Finché un giorno non incontra Dusty Sharp, il tipico bad boy che si è prefissato di farla uscire dal suo guscio. Jos deve stare attenta a quel sorriso presuntuoso e a quello sguardo assassino, o si ritroverà presto a provare cose che non è più sicura di meritare.
Ma se da un lato Dusty la sprona ad aprirsi e a parlare del suo passato, dall'altro anche lui nasconde dei segreti. Segreti che riguardano proprio la notte in cui il mondo è crollato addosso Jos.
La verità li unirà ancora di più o li separerà per sempre?

sabato 14 marzo 2015

Blogger League #12 - NEVER SAY BOOK

Cos'è la Blogger League?
Un'iniziativa alla quale può iscriversi chiunque possiede un blog, basta lasciare il proprio link qui ed aggiungere il banner nelle vostre home-page. Ogni sabato i membri della League dovranno creare un post nel quale inserire la breve intervista a cui risponderà la blogger di turno, in modo tale da avere tutte la stessa visibilità. E' giusto collaborare tra di noi, per far crescere i nostri blog.
Per dare e ricevere maggior visibilità nell'arco dei sette giorni, si deve inserire nella home un link o il banner del blog della settimana, sarà premura della blogger della settimana controllare che ciò sia fatto. I partecipanti possono creare sui loro blog un post per pubblicizzare l'iniziativa, ci guadagniamo tutti.
In corso d'opera chiunque potrà iscriversi alla "Blogger League".
Per maggiori informazioni potete andare qui

Never Say Book
Visita
Oltre ad essere una blogger chi sei nella vita di tutti i giorni?
Sono una ragazza come tante altre, che passa metà delle sue giornate sui banchi di scuola per volontà superiore e nella parte rimanente cerca di fare quante più cose può; sia quelle che non le piacciono  -che comprende palesemente ''studiare''- sia quelle che ama, che non sono affatto poche!
Possiamo partire dall'uscire con gli amici e chiacchierare con loro, che siano quelli che vedo quotidianamente o quelli che ho conosciuto tramite il mio Angolino. Ma non dobbiamo dimenticarci che anche passare del tempo con la famiglia è importante, quindi devo inserire anche questo!
E poi? Beh, adoro realizzare nail art sperimentando sulle mie unghie una volta a settimana -ma,creare con le mie mani -da bigliettini di compleanno a oggettini in Fimo, fare dolci insoliti di cui trovo le ricette in giro per la rete. E tutte le altre cose che piacciono alle ragazze? Ecco! Sì, mi piacciono anche quelle! Make up, film, musica, accessori, vestiti, danza... nonostante non sia una patita di niente di tutto ciò! Infine -quasi banale a ribadirlo- AMO leggere: i romanzi sono quei compagni fidati che ti aspettano ogni sera sopra il tuo comodino e non potrei fare senza! ♥

Come mai hai deciso di ritagliarti il tuo angolo virtuale? Parlaci del tuo rifugio, quali sono gli argomenti che tratti?
Fino a due anni fa girovagavo per il web nella ricerca disperata di trovare qualche romanzo che potesse piacermi però mi appariva tutto come una rete intricata di informazioni così vaste da non poter selezionare niente. E così ho cominciato ad avere i MIEI punti di riferimento; quei blog che seguivo in silenzio per paura di dire la mia e che vedevo crescere, quei blog a cui mi affezionavo e che sono tutt'ora nel mio cuore. Pian piano volevo poter catalogare tutte quelle informazioni e quelle sensazioni nate dalla lettura in un unico posto e anche cominciare a farmi sentire: stare con la bocca chiusa non aiuta a rapportarsi con gli altri! E quindi sì, ho deciso di aprire Never Say Book e dopo tanto tanto lavoro (e altrettanto aiuto :3) sono arrivata qui ♥ 
Come ben saprà chi mi segue parlo principalmente di libri; gestisco qualche rubrica -alcune da sola altre in collaborazione con fantastici blogger- scrivo recensioni, presento anteprime ecc... Ma ci sono volte che esco da questo circolo vizioso per far conoscere ai Lettori anche l'altra parte di me, che non ha interesse solo per la lettura ♥

Perché le persone dovrebbero diventare tuoi lettori fissi?
Non sono l'unica ad aver difficoltà nel rispondere a questa domanda! Tutti i blogger precedenti hanno fatto fatica. Ho paura che non ci sia una risposta sensata perché il primo dubbio che mi è sorto all'epoca dell'aperto del blog è stato ''mi seguirà qualcuno?'' perché non so davvero il motivo per cui qualcuno dovrebbe approdare qui e continuare a farlo. 
Però so dire cosa mi spinge a diventare 'lettore'del blog degli altri -che potrebbe essere lo stesso per cui le persone si iscrivo al mio. Quando mi unisco ad un sito lo faccio perché vedo che straborda di voglia di fare e di entusiasmo, perché chi lo gestisce si presenta agli altri come se fossero degli amici, perché i contenuti sono quelli che vorrei leggere. E perché AMO leggere e condividere con gli altri il mio mondo.

Quali sono i tuoi sogni nel cassetto?
'Sogno'' è una parola con un certo peso. Vuol dire desiderare qualcosa con tutto se stesso e vuol dire essere sicuri di ciò che si vuole nel futuro. Risponderò in maniera piuttosto vaga perché alla mia età è difficile avere le idee chiare anche su ciò che si farà il mese successivo. Mi auguro di continuare ad essere felice, che non è un sogno da poco secondo me, perché l'esserlo significa vivere bene.
Vorrei trovare la mia strada, finire la scuola e l'università senza avere una crisi nervosa prima e poi trovare un lavoro, il che non è facile. Se poi parliamo di esperienze mi piacerebbe andare a Londra, Parigi e New York: invidio un sacco le persone che viaggiano spesso! ♥ Poi avere amici veri e una famiglia che mi sostengono per tutta la vita credo sia altrettanto un 'sogno', vedendo come i rapporti possano venir meno col tempo. Non posso certamente dimenticarmi del mio Angolino! Spero di continuare a gestirlo come faccio adesso -e anzi migliorare imparando dai miei errori- e conoscere sempre più lettori accaniti con cui condividere piccole e grandi gioie alla fine di una lettura o all'uscita in libreria di un atteso libro, un po' come si fa con gli amici!

Vuoi fare un augurio speciale agli altri membri della League?
Fino ad esso ci sono stati auguri così belli dagli altri che penso sia già stato detto ed augurato tutto ciò che serve ed ora che tocca a me voglio anche sottolineare che -seppur in minima parte- erano dei motivi in più per continuare a gestire il mio Angolino con costanza!
Voglio solamente dire di continuare a coltivare le proprie passioni tramite il vostro angolino, non preoccupatevi di chi vi segue, delle critiche ecc... cercate di ricordare le cose belle e costruttive del mondo di Blogger. Un altro grosso augurio è di trovare persone che vi sostengano in quello che fate, che vi siano amiche anche attraverso uno schermo, e che questi fili che collegano la rete possano aiutarvi adiventare persone migliori, più sicure di se e piene di voglia di vivere.